Ritenzione idrica e cellulite

CelluliteLa cellulite, indica una condizione alterata del tessuto sottocutaneo che è ricco di cellule adipose. Si trova sotto la pelle ed è caratterizzata da ipertrofia delle cellule adipose, dove, negli spazi intracellulari si accumulano liquidi (residui dei processi biochimici dell’organismo) in eccesso.

Cellulite

L’equilibrio del sistema venoso e linfatico (la linfa è un liquido che raccoglie i materiali di scarto dell’organismo e scorre i canali del sangue) è modificato con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

Cause:

Fattori primari: Sesso femminile. Nella donna prevale l’azione degli ormoni femminili, cioè gli estrogeni, sui recettori specifici e la conformazione delle donne “a pera” fa si che si abbia un accumulo di chili in eccesso nella zona dei fianchi fino al ginocchio, una ritenzione idrica e una sofferenza circolatoria.

Ereditarietà: Il problema comincia con l’adolescenza, periodo in cui vi è una vera e propria tempesta ormonale che segna il passaggio dall’infanzia all’età adulta.

Fattori secondari: Il ciclo mestruale, l’aspetto a buccia d’arancia si accentua nel periodo pre-mestruale; durante la gravidanza, quando aumenta il livello degli estrogeni, abbiamo fattori positivi e fattori negativi: aumenta l’appetito, migliora l’umore, ristagnano i liquidi, si aggrava la circolazione sanguigna. Di norma, la cellulite diminuisce dopo la menopausa, in assenza di trattamento ormonale sostitutivo.

Fattori aggravanti:

• Vita sedentaria o dimagrimento eccessivamente rapido: il tessuto muscolare cede e quindi si aggrava la situazione visiva della cellulite.

• Alimentazione sbagliata, cioè troppo piena di calorie e di cibi ricchi di grassi e di sale, si forma un accumulo di adipe localizzato, ritenzione dei liquidi.

• Postura sbagliata e con gambe accavallate, contribuisce ad aggravare la circolazione sanguigna e quindi la cellulite perché comprime i vasi.

• Troppo tempo in piedi immobili causa una cattiva circolazione sanguigna, perché il sangue fa fatica a risalire dagli arti inferiori, con conseguente stasi circolatoria.

• L’abbigliamento troppo stretto causa cattiva circolazione perché comprime i vasi.

• Scarpe troppo strette o con tatto troppo alto, ostacolano il ritorno venoso e linfatico

• Stress e fumo. Il fumo ha un’azione vasocostrittrice e aumenta i radicali liberi che peggiorano il microcircolo e aiutano ad accelerare l’invecchiamento cutaneo.

• Essere in sovrappeso

Cosa ci aiuta a difenderci dalla cellulite