I messaggeri della ricerca - Rush Pharma

I Messaggeri lungo i Sentieri della Ricerca

I messaggeri della ricerca

Viaggio in mountain bike da Forlì alla città eterna, Roma, sulle orme di San Francesco d’Assisi.

Uno degli appuntamenti facenti parte del progetto de I messaggeri della ricerca nato nel 2004.

All’epoca Daniele Avolio scoprì di avere un melanoma della coroide all’occhio destro. Ne conseguì l’asportazione del bulbo oculare ed il conseguente riassestamento della sua vita, ma questo non lo demoralizzò e pieno di coraggio e forza interiore, dopo soli due mesi dall’intervento, organizzò una Maratona di Indoor Cycling presso la Palestra Arcobaleno di Forlì dove era il Responsabile Tecnico del settore. I fondi raccolti furono devoluti all’Ospedale Celesia di Genova, che lo aveva due mesi prima ospitato, coccolato e curato.

Fu quello il primo passo di Daniele, fatto con l’intenzione di mettere a disposizione se stesso e la sua grande passione sportiva per il prossimo, volendo portare a poco a poco un messaggio di speranza e salute.

Nel 2008 l’impegno si trasformò nel progetto “Palestra all’aria aperta”. Atleti amici di Daniele parteciparono a diverse attività sportive credendo fortemente nel messaggio che Daniele voleva infondere:

Coniugare stili di vita salubri alla nascita di una conoscenza collettiva, che aiuti il mondo della ricerca a sostenere questa battaglia, che può toccare chiunque di noi, attraverso l’aiuto comune e dello Stato.

I contributi raccolti da I messaggeri della ricerca sono destinati all’ IRST Istituto di Ricerca e Cura dei Tumori di Meldola.

Mano a mano che questo impegno si radicava sempre più in profondità, Daniele capì che si poteva fare ancora di più e nacque in lui la convinzione di compiere un viaggio in Mountain Bike da Forlì a Roma. Uomini e donne, atleti di qualsiasi tipo di sport, si sarebbero uniti in questa impresa creando un gruppo denominato “Messaggeri della Ricerca”, impegnati in un viaggio che avrebbe simbolicamente seguito le orme di San Francesco d’Assisi nel suo cammino che lo portò dal Santuario di Monte Paolo in Romagna fino al soglio di Pietro a Roma, passando da Montefiascone nella Tuscia.
E così anche in questo 2016 l’evento cardine Ride for Aid sarà ancora una volta rappresentato dal viaggio: Lungo i sentieri della Ricerca.13433179_1551898455111494_4306541839967272289_o

Stiamo correndo forte’ afferma il Prof. Dino Amadori ieri, 16 giugno, nel Comune di Forlì per la rassegna stampa: ‘La ricerca ha fatto passi enormi ed abbiamo capito che a volte non serve attaccare il tumore direttamente, bensì basterebbe rendergli la vita difficile. Perchè i tumori hanno la stessa modalità di sviluppo degli embrioni. Crescono in un ambiente a loro favorevole, ma se noi riuscissimo a cambiare il ‘clima’ del loro microecosistema riusciendo a rendergli la vita difficile i risultati sarebbero miracolosi. Sarebbe come togliere viveri e sonno all’esercito contro cui combattiamo.’

Nulla di più chiaro e, per rendere il concetto più tangibile, i fondi per la ricerca sono fondamentali.

Così noi di Rush Pharma, diamo un piccolo contributo sostenendo i messaggeri dall’interno, perchè possano integrarsi e rimanere sempre in forze durante il loro viaggio. Maltodextrin Plus e Resistance accompagneranno il loro viaggio e porteranno un pezzettino di noi fino a Roma, con la speranza che anche quest’anno i contributi ci facciano sognare nuovi orizzonti.

Un grandissimo in bocca al lupo a Daniele e ai suoi messaggeri!

I-messaggeri-della-ricerca

Condividi questo post