STRESS OSSIDATIVO: combattilo con un corretto stile di vita!

STRESS OSSIDATIVO: combattilo con un corretto stile di vita!

Lo stress ossidativo è un processo fisio-patologico originato dall’azione di molecole che dal punto di vista chimico hanno uno o più elettroni “spaiati” e che quindi si trovano in uno stato di eccitazione. Queste sono definite “radicali liberi” e sono l’origine di una serie di reazioni a cascata con molecole “non radicaliche” fino alla formazione di una specie stabile. La loro natura eccitata causa uno spostamento di elettroni della molecola stabile portando anch’essa ad uno stato eccitato (instabile). Tali processi portano ad un danno cellulare che interessa tessuti, organi ed è causa scatenante di molte patologie.

STRESS OSSIDATIVO:

combattilo con un corretto stile di vita!

stress ossidativo

 

 

Tuttavia lo stress ossidativo è anche un elemento fisiologico che permette di: rispondere e/o inviare varie tipologie di segnale (ormoni, citochine, neurotrasmettitori ecc.), difendere l’organismo da infezioni (essendo i radicali liberi l’arma di alcune nostre cellule di difesa) e avviare meccanismi di differenziamento cellulare.

Trattando la questione da un’ottica patologica, la cronicizzazione dello stato di stress ossidativo in un tessuto o organo è causa primaria di stati degenerativi che a loro volta portano alla patologia. Si prende come esempio l’aterosclerosi poiché ha come causa primitiva la formazione della placca ateromasica. Nella formazione di quest’ultima sono coinvolti il sistema immunitario e le LDL (lipoproteine a bassa densità). Quest’ultime sono molto sensibili all’azione dei radicali liberi per il loro contenuto di acidi grassi polinsaturi. Il risultato di questa interazione tra radicali liberi ed LDL non è altro che un’ossidazione di quest’ultime (oxLDL).

Il prodotto della reazione (oxLDL) ha una valida attività nei confronti del sistema immunitario ed è causa l’attivazione delle immunoglobuline (IgG, IgM) perché trovano su di esse il recettore specifico a cui legarsi. I radicali liberi sono quindi l’origine primitiva della formazione dell’ateroma (lesione ateromasica). L’organismo ha di per sé meccanismi di difesa e di regolazione dei livelli di radicali liberi (enzimi, proteine ed altre molecole) come: SOD (superossididismutasi), glutatione perossidasi, CAT (catalasi), proteine di trasporto (transferrina, ceruloplasmina), proteine di deposito (ferritina), bilirubina, acido urico, ecc.

In caso di squilibrio tra agenti pro-ossidanti ed anti-ossidanti a favore dei primi, è utile inserire preventivamente nella dieta quotidiana alimenti ad alto contenuto di sostanze antiossidanti.

La dieta mediterranea (patrimonio dell’UNESCO-novembre 2010) già di per se comprende ottimi alimenti dal punto di vista nutrizionale e salutistico: ampia scelta tra frutta, verdura, cereali, pesce, pane, pasta, legumi, frutta secca, vini ecc; pur troppo però non sempre la si riesce a seguire correttamente.

Le caratteristiche principali della dieta mediterranea sono:

  • Basso contenuto di acidi grassi saturi;
  • Ricchezza di carboidrati e fibre;
  • Alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi;

L’integrazione della dieta assicura all’organismo l’apporto di molecole esogene ad attività antiossidante di diversa natura: vitaminica, non vitaminica, minerale.

Per misurare il potere antiossidante è stato creato l’ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) dal dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti d’America. L’ORAC è una scala sulla quale vengono posizionati alimenti ed integratori a seconda del loro potere antiossidante.

I principali composti utili di natura vitaminica sono la vitamina E (tocoferolo), la vitamina C (acido ascorbico) e la vitamina A (retilolo):

  • La vitamina E inibisce la propagazione della perossidazione degli acidi grassi. A sottolineare la sua importanza negli effetti dello stress ossidativo sono i danni causati dalla sua carenza (neuropatie periferiche, atassia cerebellare, retinopatie ecc.).
  • La vitamina C è un agente riducente, in grado quindi di accettare elettroni. Perciò è particolarmente efficace nei confronti del radicale superossido, idrossilico ed ossigeno singoletto. È coinvolta nella sintesi del collagene, della carnitina e di alcuni neurotrasmettitori;
  • La vitamina A, come la vitamina C, impedisce l’ossidazione delle LDL e protegge le cellule dall’invecchiamento causato dal danno ossidativo;

I polifenoli sono una classe di composti ad attività antiossidante, contenuti in diversi prodotti tra cui: uva, frutti di bosco, agrumi, ciliegie, aglio, grano saraceno, frutta secca, cacao, cioccolato e olio d’oliva. Le antocianidine, parte agliconica degli antociani, sono pigmenti vegetali dalle spiccate proprietà antiossidanti. La loro azione scavenger sui radicali liberi rende efficace il loro utilizzo nel contrasto dell’invecchiamento. Le antocianine fanno parte dei flavoni che, a loro volta, insieme ad isoflavoni e neoflavoni, costituiscono i flavonoidi (i polifenoli sono una famiglia che contiene i flavonoidi).

L’acido-alfa-lipoico, scavenger delle specie reattive dell’ossigeno, favorisce la rigenerazione degli antiossidanti endogeni (vitamina E, vitamina C, gliutatione), la chelazione degli ioni metallici e la riparazione delle proteine ossidate. Lo si può trovare in alimenti comuni nella dieta quotidiana come patate, broccoli e spinaci.

Tra i minerali, il selenio è quello che mostra maggiore attività antiossidante. La sua struttura ne permette l’incorporazione nella glutatione perossidasi, enzima coinvolto nel contrasto dei radicali liberi. La sua attività si esplica nella protezione delle membrane plasmatiche.

Ad una dieta corretta è consigliabile associare una regolare attività fisica. L’intensità richiesta per mantenere uno stato di buona salute non è elevata, tuttavia è la costanza a fare la differenza. In un individuo che esegue abitualmente attività fisica, contemporaneamente ad un transitorio innalzamento dei livelli di radicali liberi, è rilevabile un potenziamento dell’intero sistema coinvolto nel loro contrasto. L’esercizio fisico infatti è un buon metodo per favorire l’innalzamento fisiologico dei sistemi di protezione dai radicali liberi, causa primaria di stress ossidativo.

 

Summary
STRESS OSSIDATIVO: combattilo con un corretto stile di vita!
Article Name
STRESS OSSIDATIVO: combattilo con un corretto stile di vita!
Description
Lo stress ossidativo è un processo fisio-patologico originato dall'azione di radicali liberi che coinvolgono molecole in una serie di reazioni a cascata fino a che non si ottiene una specie stabile. Alimentazione, integrazione ed attività fisica aiutano a mantenersi in salute.
Author